Noi, le bloomers

Patrizia Varetto

50 SPECIAL

Manuale di resistenza per cinquantenni (e oltre)

Mondadori, 2014

 

immagine di copertina di Larissa Colombini
immagine di copertina di Larissa Colombini

 

Un manuale è qualcosa da tenere a portata di mano per consultare le istruzioni all’occorrenza.

Eppure, quando si legge il termine manuale nel titolo di un libro, spesso si è diffidenti. Così all’inizio della lettura non ho fatto eccezione. Col senno di poi invece ne sorrido, poiché comprendo che mi irritava, essendo a pieno titolo destinataria del libro, che si potesse riunire in un agile testo la summa dei consigli per farmi affrontare al meglio questa stagione della vita. Invece…

Invece man mano che la lettura procedeva apprezzavo il taglio, l’arguzia, la visione dell’autrice che infatti, si scopre alla fine, ha fondato un’associazione www.lebloomers.it  perché ha sinceramente a cuore le signore  un po’ âgées ( termine stupendamente modernizzato da Varetto in uno nuovo di zecca, bloomers ovvero coloro che rifioriscono)! 

I capitoli ricalcano la struttura del sito, spaziando dalla definizione di stile a consigli su guardaroba, coccole faidate, iniezioni di autostima, consigli pratici per reinventarsi e strategie intelligenti per vivere con eleganza il presente. E merita un plauso particolare la parte finale del libro riservata agli indirizzi utili per mettere in moto una sana curiosità e non avere più scuse per sdraiarsi!

Ma 50 SPECIAL è molto altro, è un inizio: signore passate parola!

 Mara Pasetti

 

Condividi: facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailfacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Nobiltà dell’abito, nobiltà dell’autrice

Principessa Bibesco

NOBILTA’ DELL’ABITO

Sellerio editore Palermo, 2005

 

copertina libro
copertina libro

Un vero gioiellino questo piccolo libro!

Ho scoperto casualmente questa autrice, Marthe Bibesco (1888-1973), principessa rumena trasferitasi a Parigi dove scrisse per Vogue nel 1927 i diciotto ritratti di persone che si muovevano, a vario titolo, nel mondo della moda d’allora.

Di lei, a ragione, Proust scrisse “Principessa siete una scrittrice perfetta, in voi convivono tanti artisti riuniti: uno scrittore, un profumiere,un decoratore, un musicista,uno scultore, un poeta”. Dalle pagine di questa raccolta di articoli escono personaggi più o meno famosi, ma tutti ugualmente tratteggiati con acutezza psicologica, ironia e perizia descrittiva: dalla modista alla grande stilista, dalla signora che sfoggia un gusto sicuro a quella che usa la moda per tenere legato a sé un marito annoiato. E sempre in una prosa elegante, ritratto di un’epoca che mi fa desiderare di leggere altri libri della sua vasta produzione, Il pappagallo verde, Gli otto paradisi, Al ballo con Marcel Proust…                   

 Mara Pasetti

Condividi: facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailfacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Cappotto d’autore

 

 

Invito mostra_Chilometri di cuciture_Pietro Saporito copia

 

Ho conosciuto un artista. Ho conosciuto un artista che é anche un filosofo. Ho conosciuto un artista che é anche un filosofo che al posto del pennello o della penna usa le forbici. La sua immaginazione crea disegni nella mente. Le sue mani carezzano stoffe preziose prima di sacrificarle. Solo le più belle, le più luminose, le più calde saranno selezionate per questo rito di passaggio. Già altro da sé nella fantasia del creatore, velluto, seta e cashmere abbandonano il loro superbo individualismo. Sarà la relazione a renderle feconde. Solo l’intreccio di orditi, consistenze, colori, pieghe, simboli diversi dà vita all’opera nuova.

Pietro infine é esausto. Posa ago e filo e a lungo osserva l’opera delle sue mani. Non sa se sia giorno o notte, non ricorda da quanto tempo non mangia o dorme. Ora il suo duende tace. Il nuovo cappotto é pronto ad accogliere il corpo per cui è stato creato.
L’uomo lo guarda e sa che non é più una cosa sua e che un sentimento geloso riaffiorerà prima o poi. Se quel corpo non ne sarà degno Pietro Saporito ne soffrirà. A volte se lo riprende quel cappotto. Che non subisce le mode, che non teme l’usura, ma che anzi pare arricchirsi delle esperienze di chi lo porta con sé.

Ho conosciuto un artista. che è anche un filosofo e non guarderò più un cappotto d’autore con gli stessi occhi.

 Mara Pasetti

All’interno della rassegna Rimini. Risvolti dell’Abito

 Presso FAR – Fabbrica Arte Rimini, 11 ottobre – 1 dicembre 2013

è visibile la mostra dedicata a Pietro Saporito dal titolo “ Chilometri di cuciture”

 

Condividi: facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailfacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail